In votazione
1474727023b54d1beb732ffc2deb5121

Music Innovation Hub 2

Polo d’innovazione musicale

  • impresa sociale
  • educazione
  • Istruzione di qualità
  • Città e comunità sostenibili
Tipologia d'impresa Sviluppo del territorio
Fase di sviluppo
Seed
Obiettivo raccolta
100.000 €
Obiettivo minimo

39.655 €

Obiettivo massimo

99.999 €

Strumento finanziario

Equity

Investitore professionale

Incentivo fiscale

Impresa sociale

Min

11,33 €

Max

99.998,58 €

di incentivo fiscale

Attenzione: la manifestazione di interesse non ha carattere vincolante nè determina alcuna prelazione o diritto rispetto agli altri utenti. Verrai incluso nella mailing list ed avvisato dell’inizio della raccolta.

MI INTERESSA

Presentazione

Dopo il successo della prima campagna - 300.000€ in pochi giorni - Music Innovation Hub è pronta per lanciare la sua seconda raccolta equity crowfunding su LITA.co Italia.

Music Innovation Hub è la prima Impresa Sociale nel settore musicale e la prima Impresa sociale SpA in assoluto in Italia. 
Nata a Milano a Maggio 2018, è anche la prima impresa sociale ad avviare una campagna di equity-crowdfunding in Italia con specifici obiettivi di impatto. 

MIH è un ecosistema e un polo di innovazione in ambito musicale, nato per promuovere la musica in ogni sua forma come strumento di cambiamento in ambito sociale, educativo, culturale, economico, occupazionale, in collaborazione e non in competizione con tutti gli attori della filiera e con le istituzioni.

Music Innovation Hub - La prima impresa sociale SpA in Italia, in crowdfunding su LITA


Le molteplici attività di Music Innovation Hub ruotano intorno a 4 sezioni e ai rispettivi brand: 

- Chorus: Educazione musicale e progetti di inclusione sociale attraverso la musica;

- Linecheck: Music Conference e Festival, già conosciuto ed apprezzato a livello internazionale;

- Futurissima: Etichetta ed editrice discografica rivolta ai giovani con meno di 30 anni;

- MusicROOMS: Live district, Studio area, Co-working e supporto alle start-up musicali.

MIH intende alimentare la filiera musicale italiana con un numero rilevante di nuovi giovani talenti prodotti e promossi nella propria piattaforma collaborativa, sviluppare programmi di educazione e divulgazione musicale, promuovere progetti di formazione e networking di livello internazionale, dando inoltre vita, all’interno di BASE Milano, ad un distretto interamente dedicato all’innovazione e alla promozione della musica.


☎️ Hai domande sul progetto? 
Prenota un appuntamento telefonico con Sonia di LITA.co, responsabile della campagna.

Team

I fondatori di Music Innovation Hub sono tre soggetti tra loro molto complementari che condividono la missione di voler valorizzare il potenziale sociale ed economico della musica:

- Music Management Club: un club di manager ed imprenditori con competenze di business sociale, alcuni di essi con specifiche esperienze in ambito musicale;

- OXA-BASE: impresa sociale produttore di iniziative innovative in ambito culturale e gestore dello spazio Base Milano;

- Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore: fondo di impact investing di Fondazione Cariplo.

A fianco dei tre fondatori, operano a supporto alcuni partner strategici rilevanti.

- Fondazione Cariplo, per le attività culturali e sociali;

- Fondazione Milano, per i programmi educativi;

- Cariplo Factory, per le iniziative di innovazione tecnologica, di distretto e di supporto agli start-up;

- Musicraiser, sulle attività di scouting e di primo supporto agli artisti.

L’ecosistema MIH è quindi un’azienda aperta che collabora con i suoi partner strategici e con i diversi soggetti della filiera musicale italiana ed europea.

Team di MUSIC INNOVATION HUB, Polo di innovazione musicale - Crowdfunding su LITA.co

Il team di Music Innovation Hub è composto da persone con una pluriennale esperienza nel mondo dell’industria culturale e del business sociale.

A regime la struttura supererà le 20 persone dedicate; in partenza le persone chiave sono le seguenti:

Andrea Rapaccini: Presidente, esperienze di management e di business sociale.

Nicolò Bini: Amministratore Delegato, esperienze in ambito di innovazione e promozione culturale.

Leonardo Lupelli: Consigliere e Direttore Generale, esperienze diverse in ambito musicale live e culturali, anche a livello internazionale.

Rinaldo Canzi: Consigliere rappresentante della Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore di Fondazione Cariplo.

Riccardo Porro: Consigliere rappresentante di Cariplo Factory.

Giovanni Gulino: Direttore Futurissima, esperienze in ambito discografico e di scouting talenti (fondatore di Musicraiser).

Giovanni Pesce: Direttore Comunicazione, esperienze di marketing e comunicazione per grandi brand in ambito culturale ed editoriale.

Francesco Caprai: Head of Music Musicraiser, Scouting Futurissima.

Jacopo Beta: Booking manager, esperienze in ambito musicale live e di scouting anche a livello internazionale.

Chiara Tocco: Content Manager, esperienze di comunicazione digital e social media management in ambito culturale.

Alice Salvalai: Project Coordinator, esperienze di gestione progetti in campo musicale e culturale.

Problemi

MIH intende fornire il proprio contributo integrato a diversi problemi presenti nella filiera musicale italiana, che limitano oggi il potenziale della musica nel nostro Paese. In particolare, MIH intende lavorare in modo integrato e collaborativo su tutte le dimensioni di valore della filiera musica.

Nello specifico intende intervenire su tre ambiti di problema: 


Formazione scolastica marginale
: il sistema educativo scolastico nazionale evidenzia notevoli fragilità nell’educazione musicale (risorse, innovazione tecnologica, collaborazione) e non riconosce la rilevanza della musica per lo sviluppo armonioso della personalità e della capacità relazionali per i giovani. Mancanza di un verso e proprio sistema educativo musicale che faccia rete tra le scuole e condivida i programmi didattici più efficaci. 

Industria musicale debole:
 Mercato discografico nazionale in stallo/contrazione, oltre 1/3 più piccolo del mercato francese ed oggi il 12esimo mercato mondiale (due anni fa era nono); basse esportazioni legate a pochissimi grandi artisti, difficoltà strutturale di accesso all’industria per i giovani talenti e principalmente focalizzata sui talent/show televisivi; fragilità cronica del sistema di piccole etichette indipendenti; occupazione instabile (solo pochi artisti possono “vivere di musica”) e difficoltà degli operatori del settore di aggiornarsi costantemente in un panorama internazionale in continua e rapida trasformazione. 

Integrazione sociale e politiche attive limitate:
 scarso e non sistemico utilizzo della musica come strumento di aggregazione per le politiche giovanili e di rigenerazione dei NEET.

Soluzione

Oltre alla creazione di valore per tutta la filiera dell’industria musicale e discografica italiana, MIH offre un insieme di servizi integrati e modulari che, partendo dall’Hub milanese, da un lato fortificano l’industria musicale italiana amplificandone il peso e le partnership internazionali, dall’altro forniscono un sostegno – competente e professionalizzante – alle scuole per l’educazione musicale di bambini e adolescenti. 

Filiera musicale - MIH, polo di innovazione musicale a BASE Milano

Modello economico

Il modello economico di Music Innovation Hub si declina in base alle diverse Business Line considerate ed ogni linea punta alla propria sostenibilità.

Futurissima 

Futurissima è un’etichetta discografica, di management e di booking che punta a offrire servizi a 360 gradi ai giovani talenti under 30 selezionati (20 artisti all’anno). L’etichetta si avvale della preziosa collaborazione di Musicraiser (https://musicraiser.com/) per il test di potenziale dell’artista sul mercato e di un Comitato artistico per la selezione degli artisti da contrattualizzare. Ogni artista selezionato viene guidato in ogni ambito dell’attività musicale, dalla gestione dei diritti ai live, e corrisponde a Futurissima una parte degli introiti derivanti da queste attività.

Futurissima, Music Innovation Hub

Linecheck Music Meeting and Festival

Giunto nel 2019 alla sua quarta edizione, costituisce un appuntamento annuale di incontro B2B inserito nel programma delle music platform internazionali: un’opportunità di networking ed approfondimento delle tematiche più attuali dell’industria musicale e al tempo stesso un’occasione di scoperta e lancio di nuovi talenti. Il modello si basa sull’organizzazione di workshop e sessioni didattiche per il lato B2B e di una parte di music festival per il lato B2C, il tutto accessibile tramite un sistema di ticketing a diverse tariffe.

MusicROOMS

MusicROOMS prevede l’allestimento di un’area a disposizione di Music Innovation Hub (Sala E di BASE Milano, 500 mq) che verrà interamente destinata alla musica ospitando aree dedicate al co-working, alla formazione ed una struttura polifunzionale progettata per accogliere format, presentazioni e sessioni di prove live e produzione discografica. Il modello si basa sull’affitto di questi diversi tipi di spazio e l’organizzazione una serie di appuntamenti musicali in una logica di interazione e di co-progettazione di nuovi format ed eventi in collaborazione con altre realtà locali, nazionali ed internazionali. Inoltre, la sala di registrazione multifunzionale e ad alta tecnologica potrà essere messa a disposizione di altri operatori del settore per presentazioni di artisti e trasmissione via streaming (Live from Base). La Business Line sarà operativa dalla primavera 2019, data di conclusione dei lavori di ristrutturazione del primo piano di Base, a Milano.

Chorus

Chorus è la business line di Music Innovation Hub a più forte impatto sociale. 
I format educativi immaginati per Milano sono pensati e progettati nell’ottica di una loro realizzazione anche sul resto del territorio italiano, al fine di favorire la diffusione di nuovi modelli educativi e di buone pratiche di insegnamento e formazione musicale. Le iniziative in cantiere sono 8, rivolte a diversi tipi di target dai bambini ai giovani professionisti, con un’attenzione speciale alle categorie svantaggiate e ai NEET.

Il progetto, realizzato grazie al Contributo di Fondazione Cariplo e in collaborazione con Fondazione Milano prevede diversi modelli di business/sostenibilità che saranno articolati e testate in fase di progettazione esecutive. Il progetto sarà attivo a partire dal 2020 (piccole sperimentazioni previste a fine 2019).

FINANCING

Music Innovation Hub è una realtà il cui valore sociale è già ampiamente riconosciuto dal territorio e dalle istituzioni, che hanno investito sull’iniziativa per garantirne l’avviamento.

Sono già stati stanziati:

Soci Fondatori: Oltre € 500.000 tra equity e strumenti finanziari di partecipazione a cui si aggiungono € 600.000 di contributi in kind

300.000 euro da Fondazione Cariplo, per il programma Chorus

È in fase di finalizzazione il contratto di investimento da parte di Cariplo Factory per la tecnologia nelle musicRooms, sino a € 250.000, concessa a MIH in comodato d’uso e in esclusiva per l’utilizzo in ambito musicale.

I fondatori puntano a ottenere un finanziamento da un minimo di € 150.000 ad un massimo € 350.000 dagli investitori di Lita.Co per completare la raccolta di fondi necessaria a realizzare il Business Plan e completare lo sviluppo delle 4 linee di business.

Impatto a lungo termine

All’interno di MIH le attività di promozione, educazione e formazione musicale svolgono un ruolo determinante rispetto alla missione e all’impatto su molteplici categorie di beneficiari:

- Giovani artisti a cui si fornisce un accesso alle opportunità musicali

- Bambini e ragazzi, attraverso i programmi di educazione musicale

- Soggetti svantaggiati e fragili, per le iniziative di integrazione e rigenerazione sociale attraverso la musica (es. NEET, anziani, ragazzi speciali)

- Comunità locali, per l’utilizzo della musica come strumento di promozione del territorio

- Giovani/adulti che intendono lavorare come professionisti nell’industria musicale (percorsi di formazione professionalizzante)

Linecheck, Music Innovation Hub Milano

Le iniziative promosse da Music Innovation Hub hanno tra gli obiettivi di lungo termine lo sviluppo della filiera musicale italiana e l’utilizzo della musica come strumento di promozione e integrazione sociale, partendo da Milano ma con l’intenzione di generare impatto su scala nazionale. A sostegno di ciò sono ben chiari gli obiettivi di medio termine che il progetto vuole centrare per confermare la correttezza della strada intrapresa. Di seguito gli obiettivi di impatto da raggiungere entro i cinque anni che riguardano, le attività discografiche ed editoriali, l’impatto dei progetti educativi e la creazione di nuova occupazione.

Etichetta musicale e nuovi artisti

- 2.850 Artisti supportati attraverso l’acceleratore Futurissima Speedup, gestito in partnership esclusiva con Musicraiser

- 258 Artisti con almeno un contratto di distribuzione garantito da MIH.

- 100 Artisti con un contratto discografico ed editoriale completo. Il contratto MIH prevede alcuni aspetti mutualistici e di responsabilità sociale per gli artisti scritturati:

- “La Nota sospesa” (da “il caffè sospeso”). Una parte degli extra introiti degli artisti che hanno avuto più successo, saranno messi a disposizione del sistema a favore di artisti di valore ma meno fortunati che non hanno ancora raggiunto la stabilità economica.

- L’impegno verso una tematica sociale di interesse. Ogni artista oggi è diventato un influencer verso i propri fan ed il suo comportamento incide sulle opinioni di migliaia di persone, soprattutto i più adolescenti. MIH vuole rendere consapevoli gli artisti rispetto a questo loro ruolo sociale. Pertanto, ad ogni artista MIH verrà chiesto di svolgere un ruolo di ambassador/testimonial di una determinata tematica sociale da lui scelta e su cui si dimostra particolarmente interessato e sensibile. L’artista dovrà informarsi, costruirsi un’opinione, prestare la propria immagine per promuovere e sensibilizzare i propri fan su tale tematica. Può trattarsi di tematiche tra loro anche molto diverse come il riscaldamento globale, la salute, i beni comuni, la lotta alle diseguaglianze sociali ed economiche, i rischi degli stupefacenti, la giustizia o tematiche più specifiche di alcune comunità (esempio raccolta fondi per aiutare i cittadini di un territorio colpiti da una calamità naturale)

- Artisti in condizioni di svantaggio. Per evidenziare il potenziale di riscatto sociale della musica, MIH punterà a far sì che circa il 20% degli artisti al 5° anno possano essere soggetti considerati svantaggiati o molto svantaggiati ai sensi del Regolamento UE 651 651/2014. Ovvero si daranno opportunità a persone senza fissa dimora; minori a rischio in età lavorativa; rifugiati o richiedenti protezione internazionale (D. Lgs. 251/2007); svantaggiati ex art. 4 Legge 381/1991 (disabili fisici, psichici e sensoriali); tossicodipendenti e alcolisti; persone in trattamento psichiatrico; condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione; persone con handicap (Legge 104/1992)

Educazione musicale e integrazione sociale

- 2.500 nuovi interventi formativi in 5 anni di piano

- 2000 fra studenti e famiglie in iniziative delle scuole

- Almeno 800 bambini coinvolti

- 40 NEET “rigenerati” attraverso politiche attive nella musica

Opportunità lavorative e creazione di occupazione nella music industry

- 360 giovani project leader nell’ambito della music industry

- 600 tra ragazzi e studenti nel mondo del lavoro

- 20 giovani under 30 in progetti di carattere internazionale

- 20 soggetti/luoghi coinvolti nella valorizzazione del territorio

10 Posti di lavoro creati o consolidati

(a 1 anno dalla raccolta fondi)

800Bambini coinvolti nelle iniziative musicali

(a 3 anni dalla raccolta fondi)

Devi essere loggato per fare una domanda

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per offrirti un'esperienza utente eccezionale, misurare il pubblico e mostrarti annunci personalizzati. Usando LITA.co accetti il nostro uso dei cookie.

Ulteriori informazioni | Chiudi