INCENTIVI FISCALI

Eum temporibus voluptatem neque.

INCENTIVI FISCALI

Investimento in STARTUP INNOVATIVE

Gli investitori persone fisiche che a partire dal 2017 (e pertanto dalla dichiarazione dei redditi 2018) effettuano investimenti nel capitale sociale di start-up innovative possono beneficiare di una detrazione dall’imponibile IRPEF pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone fisiche, un limite quantitativo massimo all’investimento su cui determinare la detrazione, pari a euro 1.000.000 annui, con un periodo minimo di mantenimento dell’investimento di 3 anni.

Gli investitori persone giuridiche che a partire dal 2017 effettuano investimenti nel capitale sociale di start-up innovative possono beneficiare di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone giuridiche, un limite quantitativo massimo all’investimento deducibile dalla base imponibile di euro 1.800.000 annui e, così come per le persone fisiche, è richiesto il mantenimento dell’investimento per almeno 3 anni. (ex D.L. n. 179/2012 convertito con modificazione dalla L. n. 221/2012)

Investimento in PMI INNOVATIVE

Gli investitori persone fisiche che a partire dal 2017 (e pertanto dalla dichiarazione dei redditi 2018) effettuano investimenti nel capitale sociale di PMI innovative possono beneficiare di una detrazione dall’imponibile IRPEF pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone fisiche, un limite quantitativo massimo all’investimento su cui determinare la detrazione, pari a euro 1.000.000 annui, con un periodo minimo di mantenimento dell’investimento di 3 anni.

Gli investitori persone giuridiche che a partire dal 2017 effettuano investimenti nel capitale sociale di PMI innovative possono beneficiare di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone giuridiche, un limite quantitativo massimo all’investimento deducibile dalla base imponibile di euro 1.800.000 annui e, così come per le persone fisiche, è richiesto il mantenimento dell’investimento per almeno 3 anni. (ex D.L. n. 179/2012 convertito con modificazione dalla L. n. 221/2012)

Si evidenzia che l'efficacia delle agevolazioni presentate, in quanto possibili aiuti di Stato, è subordinata all'autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell'articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell'UE (articolo 18, comma 9). Al momento non risulta pervenuta l'autorizzazione da parte della Commissione.

Investimento in IMPRESE SOCIALI

Gli investitori persone fisiche che a partire dal 2017 (e pertanto dalla dichiarazione dei redditi 2018) effettuano investimenti nel capitale sociale di imprese sociali possono beneficiare di una detrazione dall’imponibile IRPEF pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone fisiche, un limite quantitativo massimo all’investimento su cui determinare la detrazione, pari a euro 1.000.000 annui, con un periodo minimo di mantenimento dell’investimento di 5 anni.

Gli investitori persone giuridiche che a partire dal 2017 effettuano investimenti nel capitale sociale di PMI innovative possono beneficiare di una deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% di quanto investito. È fissato, per le persone giuridiche, un limite quantitativo massimo all’investimento deducibile dalla base imponibile di euro 1.800.000 annui e, così come per le persone fisiche, è richiesto il mantenimento dell’investimento per almeno 5 anni. (decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 112)

Si evidenzia che l'efficacia delle agevolazioni presentate, in quanto possibili aiuti di Stato, è subordinata all'autorizzazione della Commissione europea ai sensi dell'articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell'UE (articolo 18, comma 9). Al momento non risulta pervenuta l'autorizzazione da parte della Commissione.