Generation Equality: essere femministi non è (solo) roba da femmine

Il tema dell'International Women's Day 2020 è "I am Generation Equality: Realizing Women’s Rights": una campagna multigenerazionale per il raggiungimento di un obiettivo che dovrebbe essere primario per tutti, sempre, cioè la realizzazione dei diritti delle donne

I diritti delle donne non sono importanti perché bisogna difendere una categoria indifesa e debole di cittadini, ma perché la qualità della vita (e della libertà) delle donne è un indicatore, una cartina al tornasole delle società umane. 

In LITA.co crediamo che imparare a comprendere l'importanza di ogni propria scelta sia il primo passo consapevole verso scelte e comportamenti più responsabili e sostenibili. 
Anche oggi, LITA è parte della #GenerationEquality e insieme a migliaia di cittadini in tutto il mondo vogliamo cogliere l'occasione della Giornata Mondiale delle Donne per sottolineare l'importanza delle piccole azioni quotidiane per raggiungere l'obiettivo dell'eguaglianza e del rispetto dei diritti, non solo delle donne ma di tutti. Di tutti quelli che sono, sono stati o saranno una minoranza. 

Siamo tutti attivisti

Siamo tutti chiamati a fare la nostra parte per migliorare il mondo e la società in cui viviamo. Così come si possono fare piccoli passi per avere stili di vita più sostenibili, si possono mettere in atto ogni giorno una serie di azioni e strategie per rendere il mondo più inclusivo, eguale e giusto. 

UN Women ha pubblicato una lista di 12 piccole azioni con un grande impatto per la "Generation Equality", facilmente realizzabili da tutti per fare un passo avanti verso l'uguaglianza. Perché siamo tutti attivisti, nel bene e nel male. 

Fonte: UN Women
Fonte: UN Women

"Share the care"

Il lavoro domestico (e non pagato) e le attività di cura cui le donne attendono ammonta a circa 3 volte quello degli uomini. In casa, condividiamo le incombenze, responsabilizziamo i nostri compagni o facciamoci carico di parte del lavoro. Così le donne avranno più energie per dedicarsi alla propria carriera, guadagnare di più e dedicarsi del tempo libero e di svago.

Denuncia sessismo e violenza 

La violenza sulle donne può essere fisica o verbale. Il sessismo e i comportamenti irrispettosi, sia in contesti pubblici sia in quelli privati, iniziano spesso con semplici battute inappropriate. 

Dobbiamo anzitutto distruggere gli stereotipi di cui a volte siamo portatori inconsapevoli, ragionando su parole e atteggiamenti. Possiamo anche denunciare i comportamenti inappropriati, aiutando a comprenderne l'entità e la gravità in maniera corretta. 

Rifiuta la binarietà

La binarietà non è inclusiva perché non prende in considerazione la singolarità, ma solo due categorie, come grandi contenitori che non prevedono alternative. Dove c'è discriminazione, anche solo per una persona, non può esserci eguaglianza per nessuno. 

Combatti per una cultura del lavoro improntata sull'eguaglianza

Le pratiche di discriminazione nel mondo del lavoro sono molteplici: dalle molestie sessuali al gender wage gap (il divario salariale basato sul genere), dalla scarsa rappresentazione delle donne in ruoli di potere all'assenza di programmi per il reinserimento lavorativo dopo la maternità, al misconoscimento di sufficienti congedi parentali (a entrambi i genitori, ma soprattutto ai padri). 

Cosa si può fare? Sosteniamo aziende con una chiara politica di supporto all'eguaglianza dei dipendenti e programmi di empowerment delle donne. 

Esercita il tuo diritto di voto 

Le donne sono spesso sotto-rappresentate dal punto di vista politico. Solo il 7% dei leader mondiali è donna. Possiamo informarci sui programmi e votare per i candidati con programmi inclusivi. E, perché no?!, considerare di votare per le donne. Ma, soprattutto, non dobbiamo mai sprecare il nostro diritto di voto, scegliendo di non votare: nel nostro recente passato - e nel presente di altri paesi - vi sono state e vi sono delle donne che sono morte perché noi potessimo esercitare il nostro diritto di voto. 

Acquista e consuma in maniera responsabile 

Ogni nostro acquisto ha un impatto sul pianeta. 

Donne e ragazze sono le prime vittime degli effetti negativi del climate change (e della scarsa resilienza climatica, soprattutto nei paesi in via di sviluppo).

Abbiamo il potere di ridurre l'impatto delle nostre scelte di consumo. Possiamo farlo: 
scegliendo prodotti eco-friendly, 
optando per abbigliamento di seconda mano, 
limitando l'uso di plastica ed eliminando quella non riutilizzabile, 
riutilizzando, riciclando o donando ciò che non usiamo più, 
incoraggiando gli altri a fare lo stesso. 

Qui altri suggerimenti su piccole azioni dal grande impatto sul pianeta. 

Scegli libri, film e prodotti pensati da donne 

Sceglierli ti aiuterà a prendere in considerazione altri punti di vista, meno popolari, meno diffusi. 

Sai per esempio che da un'analisi condotta nel 2014 sui film più famosi in 11 paesi del mondo, solo il 23% aveva una protagonista femminile? 

Siamo ciò che consumiamo, e i prodotti culturali non fanno eccezione. 

Insegna alle bambine e alle ragazze il loro valore 

Già dalla più tenera età, bambine e bambini vengono riempiti di pregiudizi e stereotipi. Le credenze interiorizzate su chi debbano essere, come debbano comportarsi e il ruolo che possono ricoprire nella società sono alimentate e rinforzano gli stereotipi di genere. 

Ricordiamo alle bambine che possono diventare tutto quel che vorranno nella loro vita. Che non vi sono limiti (fisici o mentali) e che meritano lo stesso rispetto e trattamento dei loro coetanei. 

"Be a man": l'altro lato della diseguaglianza 

"Fai l'uomo." 

"Gli uomini non piangono."

Le nozioni tradizionali di mascolinità sono pericolose, per tutti. Disincoraggiano i ragazzi a esprimere se stessi e li fanno sentire non abbastanza quando si percepiscono vulnerabili. 

Assicurati di costruire sempre un ambiente - privo di giudizi e pregiudizi - in cui tutti si sentano a proprio agio nell'esprimere le proprie emozioni. 

Impegnati per una causa

Possiamo tutti impegnarci, anche per poche ore al mese, per una causa che ci sta a cuore. Puoi farlo anche tu, scegliendo una delle cause legate alla gender equality o all'inclusione, organizzando incontri e contribuendo all'aumento della consapevolezza sul tema. 

Sfida gli standard di bellezza 

Sebbene gli standard di bellezza siano variabili, essi promuovono sempre una visione inarrivabile di femminilità. Tutto comincia con una richiesta di molta più attenzione alla forma fisica e all'apparenza. Il body shaming è una forma di violenza che spesso viene interiorizzata sin da piccoli. Ma chiunque può combatterla. 

Ripensa a cosa significhi per te "essere belli". 
Ripensa alle critiche sugli altri e su te stesso/a. 
Fatti un complimento.

Rispetta le scelte degli altri 

Abbiamo tutti il diritto di scegliere su noi stessi, sulla nostra salute, sui nostri corpi, sulla nostra famiglia e sul nostro futuro. 

Se non ti senti a tuo agio o non condividi la scelta di qualcun altro, chiediti perché. Controlla che, nel tuo sentire, non entrino in gioco pregiudizi e stereotipi che non ti aspettavi. Ascolta le ragioni degli altri, comprendi il loro punto di vista e il loro sentire. 

Impara a esercitare il pensiero critico sulle scelte proprie e altrui. 

Fonte: UN Women
Fonte: UN Women

UN Women è l'organizzazione delle Nazioni Unite dedicata all'eguaglianza di genere e all'empowerment delle donne; è stata creata appositamente per accelerare i progressi verso il raggiungimento dell'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile numero 5 (SDG 5). 

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per offrirti un'esperienza utente eccezionale, misurare il pubblico e mostrarti annunci personalizzati. Usando LITA.co accetti il nostro uso dei cookie.