Pianeta Terra, abbiamo finito il budget

Oggi, 29 luglio, l’umanità ha ufficialmente esaurito il budget per il 2019. Quale budget? Quello di risorse naturali che la Terra aveva messo a disposizione per l’intero anno. Questo significa che, procedendo con questi ritmi, quest’anno ci serviranno 1,75 pianeti Terra in termini di risorse. 

Un ritmo insostenibile

L’impronta ecologica è un indicatore delle risorse necessarie per vivere con il nostro stile di vita. Può essere calcolata con il calcolatore messo a punto dal Global Footprint Network (disponibile in 8 lingue e utilizzato da più di 2 milioni e mezzo di persone l’anno).

Il Global Footprint Network è un’organizzazione internazionale che si occupa di sostenibilità e misura l’impronta ecologica delle attività antropiche, fornendo approfondimenti scientifici per scelte economiche e politiche a impatto sociale e ambientale positivo.

Abbiamo finito il budget di risorse naturali

Il Global Footprint Network sottolinea che negli ultimi vent’anni la data è retrocessa di due mesi (si veda il grafico sopra; fonte dati).

Nel 1971 le risorse naturali prodotte annualmente bastavano addirittura fino al gennaio dell’anno successivo. Già nel 1979 erano sufficienti appena fino al mese di ottobre. Dieci anni dopo, il 1999, abbiamo esaurito le risorse naturali necessarie a settembre; nel 2009 il limite è stato anticipato di più di un mese, arrivando a metà agosto.

Mappa delle soluzioni #MoveTheDate

Il Global Footprint Network ha evidenziato che se posticipassimo l’Earth Overshoot Day di cinque giorni ogni anno, potremmo tornare entro il 2050 all’equilibrio con le risorse producibili dalla Terra e dai suoi ecosistemi. Per questo motivo molti personaggi pubblici hanno già pubblicato video di promozione dell’iniziativa #MoveTheDate e della “mappa delle soluzioni”. Inoltre, qualche giorno fa, in vista dell’EOD, la Schneider Electric ha pubblicato insieme al GFN un libro bianco (scaricabile da qui) sulle strategie aziendali compatibili con un basso impatto ambientale. 

Per sensibilizzare i cittadini, le istituzioni e le imprese, il Global Footprint Network ha lanciato una piattaforma (in versione beta) per mappare e sostenere le soluzioni esistenti, realizzabili (o già attive) per posticipare l’Earth Overshoot Day dei prossimi anni.

Leggi anche: 

Sostenibilità e progetti a impatto sociale e ambientale positivo: partecipa al tour di Impact Now

Oltre il profitto, la sostenibilità e sociale negli investimenti impact su LITA.co 

Hai un progetto imprenditoriale a impatto ambientale positivo? Lancia la tua campagna di equity crowdfunding su LITA.co 

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per offrirti un'esperienza utente eccezionale, misurare il pubblico e mostrarti annunci personalizzati. Usando LITA.co accetti il nostro uso dei cookie.

Ulteriori informazioni | Chiudi