Indietro

Premiata l'innovazione sostenibile nella filiera ittica del Mediterraneo

24 settembre 2020

L'ultimo appuntamento webinar di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile - evento promosso dall’associazione Chimica Verde Bionet, in collaborazione con Legacoop Agroalimentare – Dipartimento Pesca - si è aperto con il videomessaggio della Ministra Teresa Bellanova.
Il terzo webmeeting di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile è parte del calendario di appuntamenti del Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso da ASviS.
La data dell'ultimo webinar è simbolica: l’evento conclusivo di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile si è infatti svolto in concomitanza con la Giornata Mondiale del Mare e la Giornata Nazionale della Bioeconomia. Una data simbolica per sottolineare ancora una volta l’importanza dell’innovazione sostenibile e dei modelli di business circolari come elementi chiave per promuovere la crescita del settore ittico. Solo adottando un approccio di questo tipo, che pone al centro la tutela dell’ambiente, rendendola parte integrante dello sviluppo economico delle imprese, si potranno infatti affrontare in modo efficace le sfide di un mercato globale sempre più complesso.

Premiata l'innovazione sostenibile

Finanza Sostenibile per il Mediterraneo

La giuria di esperti

Ricerca e Sviluppo per l’acquacoltura sostenibile

Atlante delle buone pratiche del settore ittico

Premiata l'innovazione sostenibile

Nel corso dell’evento sono stati annunciati i vincitori dei due premi nati nell’ambito della manifestazione: il Premio “INNOVAZIONE - Filiera Ittica Sostenibile” e il Premio “Finanza Sostenibile per il Mediterraneo” (quest'ultimo offerto da LITA Italia). Con l’assegnazione di questi due riconoscimenti, gli organizzatori di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile hanno voluto valorizzare le migliori best practice realizzate del settore ittico italiano per favorirne il più possibile la replicabilità.

Finanza Sostenibile per il Mediterraneo

Il "Premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo, La Filiera Ittica verso gli SDG" offerto da LITA Italia, è stato assegnato a Reho Mare, per la sostenibilità dell’allevamento di spigole in mare aperto.
Il premio è un servizio di accompagnamento per la realizzazione di una campagna di raccolta di capitali (tramite equity crowdfunding).
Rehomare contribuisce al raggiungimento degli SDG 14 (per il rispetto del naturale ciclo di vita del pesce e dell’ecosistema marino), SDG 12 (consumo e produzione responsabili e in linea con l’economia circolare), SDG 8 (lavoro dignitoso e crescita economica).

Menzione speciale per MJ Energy e GreenEvolution.
MJ Energy contribuisce agli SDG 12 (per la produzione responsabile a impatto ambientale zero), 11 (valorizzazione delle periferie urbane con sistemi di coltivazione acquaponica), 8 (lavoro dignitoso e crescita economica inclusiva).
Green Evolution contribuisce agli SDG 13 e 12 (per la produzione responsabile, mediante l’uso di materiali biodegradabili e a basso impatto ambientale), e al 14 (rispetto dell’ecosistema marino).

La giuria di esperti

A decretare i vincitori del premio è stata la giuria di esperti composta da Sara Guidelli (Legacoop Agroalimentare), Stefano Rossi (LITA.co), Flaviano Zandonai (Gruppo Cooperativo CGM), Sofia Mannelli (Chimica Verde Bionet), Francesca Scarpelli (Chimica Verde Bionet), Matteo Monni (Italian Biomass Association).

Sara Guidelli, direttore generale Lecoop Agroalimentare, ha commentato: “Il premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo è un riconoscimento importante che vorremmo riproporre. Grazie al percorso avviato con Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile puntiamo infatti a far avvicinare sempre di più la filiera ittica al mondo della finanza di impatto e del venture capital. L’obiettivo è mettere a disposizione degli operatori del settore una serie di strumenti innovativi che possano favorirne la crescita”.

“Abbiamo deciso di partecipare al nuovo evento Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile, perché la pesca sostenibile è, deve essere, un settore strategico per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda 2030”, ha sottolineato Stefano Rossi, Country manager LITA Italia. “Molte aziende virtuose fanno parte di questa filiera e siamo felici che alcune abbiano deciso di partecipare a Capraia Smart Island, candidandosi al "Premio Finanza Sostenibile per il Mediterraneo”. Abbiamo voluto fortemente questo premio, sentiamo la responsabilità di sensibilizzare le aziende del settore ittico sulle opportunità che l’equity crowdfunding e l’impact investing mettono a loro disposizione per finanziare l’innovazione e la sostenibilità della filiera. Questo è un passo fondamentale anche per la sensibilizzazione dei consumatori finali, dai quali non si può prescindere per raggiungere consumi e produzione responsabili”.

Ricerca e Sviluppo per l’acquacoltura sostenibile

Tante le best practice e gli approfondimenti di scenario che si sono alternati nel corso del webinar. Esempi concreti di come scommettere sul settore della ricerca e sviluppo per l’acquacoltura sostenibile sia fondamentale per conciliare al meglio le attività di pesca con la tutela ambientale e con modelli operativi resilienti. Questo modus operandi è fondamentale per fronteggiare le criticità poste dai cambiamenti climatici e risultare vincenti in un mercato sempre più complesso.

Per approfondire, è possibile rivedere la registrazione degli interventi di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile del 24 settembre:

Atlante delle buone pratiche del settore ittico

Nel corso del convegno è stato inoltre lanciato “L’Atlante delle buone pratiche del settore ittico”. Si tratta di un progetto, che si concluderà nel 2021, volto a scattare una fotografia delle iniziative più all’avanguardia messe in atto nel settore ittico. Il tutto con l’obiettivo di valorizzare e far conoscere il più possibile questi percorsi virtuosi di innovazione portati avanti dalle aziende. Sono tante infatti le imprese, spesso pioniere, che hanno scommesso sulla sostenibilità ambientale per affrontare il mercato, anche se purtroppo non sono ancora abbastanza conosciute. L’idea del progetto è quella di fornire agli operatori del settore una raccolta di best practice, con l’auspicio di diffondere e replicare questi modelli operativi vincenti.

“Uno degli elementi chiave di Capraia Smart Island Filiera Ittica Sostenibile è la promozione di reti di collaborazione tra le imprese per favorire l’adozione di modelli di sviluppo sostenibili a tutti i livelli della filiera ittica - hanno spiegato Sofia Mannelli, presidente di Chimica Verde Bionet e Angelo Petruzzella, Coordinatore nazionale del Dipartimento Pesca e vicepresidente di Legacoop Agroalimentare - ‘L’Atlante delle buone pratiche del settore ittico’ si inserisce proprio in questo contesto. È uno strumento che farà da vetrina ai progetti più virtuosi, permettendo di far conoscere le imprese italiane che quotidianamente riescono conciliare al meglio le tre dimensioni della sostenibilità: ambientale, economica e sociale. Si tratta di esempi che fanno capire come l’innovazione sostenibile sia già realtà per molte imprese italiane e possa rappresentare uno strumento fondamentale per il rilancio del settore”.

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per offrirti un'esperienza utente eccezionale, misurare il pubblico e mostrarti annunci personalizzati. Usando LITA.co accetti il nostro uso dei cookie.